Camugnano (BO) – L’antico Mulino Cati

 

Un pezzo di storia da raccontare: il Mulino Cati di Camugnano, struttura del 17° secolo adibita alla produzione di frumento, granoturco, orzo, avena e occasionalmente castagne.

L’edificio è stato ristrutturato per la realizzazione di una locanda dove è possibie degustare prodotti tipici locali.

Divulgare queste tradizioni è importante per far comprendere ai giovani della zona come i loro nonni e bisnonni hanno lavorato per il proprio sostentamento utilizzando le risorse naturali.

 

Camugnano (BO) – Terra di Caprioli, Cinghiali, Daini e Cervi

Camugnano è situato nell’Emilia-Romagna.
Tra le piccole frazioni che lo circondano spicca Bargi caratterizzata dalla Chiesa dei Santi Giacomo e Cristoforo e la torretta che veniva utilizzata nel passato per scopi multipli.

In questa terra brulicano caprioli, cinghiali, daini e cervi: protagonisti di improvvisi incontri con i visitatori.

 

Baratti (LI) – Il parco archeologico di Populonia e Baratti

 

Il Parco Archeologico di Populonia e Baratti è il vero protagonista della storia più antica, risalente all’epoca della civiltà etrusca: mostra, ai visitatori e curiosi del nostro tempo, ciò che è rimasto dell’antica civiltà che aveva la sua capitale proprio a Populonia.

Il Parco è diviso in due parti: la zona sottostante che è la Necropoli e quella superiore che è la Acropoli.

E dire che tutto ciò venne utilizzato nelle epoche successive per scopi ben diversi: scopriteli.

 

 

Baratti (LI) – Caccia al colombaccio

All’alba: è in questo momento che i cacciatori di Baratti si preparano nei loro appostamenti per partire con la caccia al Colombaccio.

Una tradizione e ormai routine da il via all’attività: ci si riscalda con un fuoco, si fa una colazione in compagnia con gli amici e ci si prepara alla battuta di caccia.
E’ così che tra un appostamento e l’altro si arriva alla cattura della preda.